Sei in » Turismo
14/05/2017 | 09:01

La Puglia a TuttoFood 2017 non teme rivali e soddisfa con la qualità della tradizione i palati più esigenti. Interessanti i risultati raggiunti da Salumificio Scarlino di Taurisano e Caseificio Delizia di Noci, che dall' 8 al 11 maggio a Milano hanno conquistato tutti.


Tutto Food Milano


Dall'Italia. È terminata a Milano TuttoFood 2017, kermesse dedicata all’enogastronomia che ha registrato la presenza di numerosissime aziende dell’agroalimentare nazionale ed estero. Tante le realtà, differenti per connotazioni e appartenenza  territoriale, che hanno trovato però in TuttoFood la piattaforma ideale per guardare alle opportunità di incontri trasversali  e per individuare strategieinnovative che possano apportare nuove energie al comparto economico dell’enogastronomia.

Conoscenze e business, dunque, nel ruolo di TuttoFood, sottolineato anche dalla rilevante presenza istituzionale al convegno inaugurale, che ha analizzato il tema di forte attualità della food policy. Tantissimi gli eventi e gli incontri che hanno reso prezioso tutto il calendario di questa edizione che non poteva non consolidare i risultati record dell’edizione di EXPO 2015.

“L’agroalimentare è un settore di grande importanza per l’economia italiana – ha dichiarato Marina Natale, AD di Fiera Milano Spa – che fattura oltre 135 miliardi l’anno e le cui esportazioni nel 2016 hanno raggiunto il record di circa 38 miliardi. Grazie a una logica di filiera integrata, TuttoFood2017 è il volano più efficace per cogliere le nuove opportunità di questo mercato sempre più internazionalizzato”.

In questo scenario, sempre più globalizzato, dove i big player, la fanno da padrone, le eccellenze pugliesi si sono messe in evidenza per una leadership conquistata e consolidata grazie all’incontestabile qualità dei propri prodotti. A TuttoMeat  e TuttoDairy fari puntati su due nomi autorevoli del foodfactorymade in Puglia: Scarlino di Taurisano e Delizia di Noci.

Un’agenda fitta di appuntamenti con buyer italiani e stranieri ha decretato il successo del Salumificio Scarlino, azienda fondata da Luigi Tommaso Scarlino nel lontano 1971. In fiera Scarlino ha presentato una selezione speciale di Würstel, realizzati secondo le ricette tradizionali, e i nuovi Kabanos, presto disponibili anche sul mercato italiano. Novità assoluta e punto di forza per il 2017, sarà la produzione tutta nuovadi una gamma di prosciutti cotti, presentata a TuttoFood  e ottenuta solo ed esclusivamente con tagli di maiale di altissima qualità.

“In questo settore - ha spiegato Claudio Leuzzi, responsabile marketing dell’azienda Scarlino – ci presentiamo con un impianto nuovissimo, ad alta tecnologia che abbiamo realizzatonella sede di Taurisano. L’esperienza e le competenze acquisite nel settore dei würstel, che ci vede da anni protagonisti assoluti, ci consentono di indirizzarci in modo consapevole versoun mercato di cui conosciamo perfettamente le esigenze.  Puntare sulla qualità nella produzione dei prosciutti cotti è l’arma vincente che ci predisponeal meglio in questa nuova sfida. ”Tre, al momento, le nuove referenze dei prosciutti cotti firmati Scarlino: “Quello Buono” “Quello Scelto” e  “Il Migliore Alta Qualità”.

Un know-how consolidato e una lunga esperienza alla base dei dati di crescita che confermano e rafforzano il successo di questa azienda tutta salentina. Una realtà, quella del Salumificio Scarlino, dal notevole peso specificoche porta nel mondo, con una quota  export che punta al 30% del fatturato, l’altissima qualità a marchio Salento.

TUTTOFOOD ha confermato, quindi, ancora una volta, qualora ce ne fosse bisogno, l’interesse dei buyer per le produzioni del comparto agroalimentare pugliese.

Ottimi, infatti,i risultati anche per Delizia, l’azienda casearia di Noci che da 25 anni porta in tavola degli italiani le migliori mozzarelle prodotte unicamente con latte proveniente da allevatori delle murge baresi,  le cui stalle distano al massimo 30 km dagli stabilimenti che oltre alla famosissima Deliziosa producono tra le altre bontà, uno straordinario caciocavallo stagionato in grotta.

Delizia SpA, che ha festeggiato il 30 aprile, con un grande evento,  i 25 anni di attività è, senza dubbio, un pregevole esempio di imprenditoria vincente. Nata dalla passione del patron Giovanni D’Ambruoso per il proprio lavoro e da un forte legame con la propria terra, quest’azienda è diventata oggi  un’impresa che da lavoro a circa 200 giovani. Il giorno dell’25° anniversario è stata festeggiata in grande anche l’inaugurazione di6.500 metri quadri dedicati tutti alla burrata, un prodotto richiestissimo sulle tavole italiane e internazionali. A TuttoFood 2017, anche per Delizia, il lancio di una novità destinata al successo: il Trullocchiatto, un saporitissimo caciocavallo stagionato a forma di trullo.

Due i paradigmi alla base del successo di Delizia. Il primo, legato alla filosofia aziendale del patron D’Ambruoso, fondata sull’imprescindibile necessità di fare rete in modo trasversale con gli operatori economici del territorio per dare forza ad un’economia che può crescere solo se si consolidano le realtà di aziende particolarmente performanti. Il secondo, legato invece alla tradizione che è punto di forza e di partenza per un’azienda che declina la qualità dei propri prodotti in filiera del benessere.

Due belle storie che raccontano il nostro territorio al meglio. Ed è questa la Puglia che ci piace. Una Puglia che sa coniugare tradizione, qualità e innovazione, una Puglia che crede nei giovani, una Puglia che ogni mattina si rimbocca le maniche e affronta le sfide di un’economia sempre più globalizzata ma anche più esigente, selettiva e competitiva.
 
di Tiziana Protopapa




Autore: A cura della Redazione

0 commenti inseriti
Hai gradito l'articolo? Commentalo! |