Sei in » Attualità
28/12/2016 | 11:27

La golosità gastronomica arriva in piazza San Pietro a seguito della lettera inviata al Pontefice da un artigiano di Cutrofiano. Il panettone a base di olio d'oliva riceve la benedizione del Papa.


Papa Francesco


Dall'Italia. Una missiva indirizzata al Santo Padre da parte di un artigiano salentino e, com’è ormai consuetudine di Papa Francesco, l’appello non è rimasto inascoltato, anzi.

Roberto Donno, pasticcere di Cutrofiano della Pasticceria Dolce Arte, racconta l’episodio emozionante e riferisce di aver scritto tempo fa a sua Santità per un gesto di solidarietà da realizzare per mezzo delle sue mani in queste feste natalizie: il PanTalento il panettone che dal 2011 viene realizzato solo con extravergine d’oliva tutto salentino. 

Ancora una volta, pertanto, ci troviamo a raccontare di tale golosità gastronomica che prende tutti i colori del Salento.

E ancora il racconto del sig. Donno. Giorni fa arriva a telefonata che ha fatto battere il cuore. “Massima riservatezza è stata tenuta alla notizia per ovvi motivi, ma la gioia di ricevere quella chiamata è stata tanta -dichiara Roberto Donno- A suggellare e riempire il cuore di vera emozione ed orgoglio è stata poi una e-mail del prefetto Sua Eminenza Georg Gäswein, prefetto della casa pontificia, il quale ufficializzava la risposta di Papa Francesco e l’invito all’udienza del mercoledì 21, dopo la quale sua Santità ha voluto ringraziare personalmente il pasticcere salentino e famiglia la moglie Barbara Palermo e figlie Maria, Marta e la piccola Elisabetta”. E l’incontro è avvenuto.
 
Nel presentare il panettone salentino, il pasticcere ha fatto una specifica richiesta a Papa Francesco: “una preghiera per il territorio aggravato dalla difficile presenza della xylella”. La preghiera si è levata  concludendo, così, l’incredibile esperienza della famiglia Donno e della pasticceria di Cutrofiano. “E’ stata una esperienza di gioia “devastante”- conclude l’artigiano- la nostra pagina facebook è stata presa d’assalto alla notizia dell’incontro, oltre 10.000 visualizzazioni e tanti commenti di felicitazioni e condivisione. Il Salento e la Puglia oggi raccontano anche al Santo Padre le sue dolcezze e la sua vocazione a terra di solidarietà aperta a tutti”.
 
Insomma, le bontà gastronomiche del territorio e il territorio intero ricevono ancora una volta la benedizione di Papa Francesco.
Il panettone “made in Salento”, realizzato col profumato olio nostrano, è uscito - come anticipavamo- anche dalle mani di altri esperti pasticceri. Parliamo del maestro Luigi Tramonte che nel laboratorio di pasticceria di via Roma a Martignano ha reso omaggio al Salento realizzando la più famosa golosità natalizia con l’olio che, con molta probabilità, rischia di spopolare così come già è accaduto, volando in tutta Italia grazie a Salento Più Gusto.




Autore: A cura della Redazione

0 commenti inseriti
Hai gradito l'articolo? Commentalo! |